PORTOGRUARO

“Città a metà strada tra Medioevo e Rinascimento, con le sue file di portici e i suoi eleganti negozi, vanta monumenti e palazzi racchiusi nel centro storico di grande bellezza e valore.”

Tra tutti il Municipio gotico, emblema della città. E ancora, il Pozzetto delle Gru, assieme al Municipio un altro simbolo cittadino. Le due gru che sovrastano il pozzetto sono opera dello scultore portogruarese Valentino Turchetto. Le gru precedenti a queste erano state sottratte durante l’invasione austriaca del 1917 e utilizzate per farne dei cannoni.
Il nucleo storico è ricco di stemmi della città e stemmi nobiliari scolpiti sulle case, sui ponti (ce ne sono ben 15 a Portogruaro), sul Municipio.
Portogruaro è bella da vedere per il suo fascino e per la storia che racchiude. Meritano una visita i Mulini sul Lemene raggiungibili percorrendo una discesa a destra del Municipio. I mulini risalgono al XII secolo e grazie a restauri terminati negli anni ’90 è stato possibile riaprire proprio lì la Galleria Comunale d’Arte Contemporanea ‘Ai Molini’.
A proposito di musei, Portogruaro ospita il Museo Nazionale Concordiese, che custodisce reperti provenienti dall’antica colonia romana di Julia Concordia, tra monete, statue, parti di abitazioni e delle necropoli romane che vanno dal I al IV secolo a.C.